Bere troppa acqua può essere dannoso?

Una prestazione atletica ottimale e completamente concentrata: L’acqua è essenziale per la vita in modo che tutti i processi del corpo si svolgano senza intoppi. Questo è evidente anche dal fatto che potremmo sopravvivere per un mese senza cibo solido, ma solo pochi giorni senza acqua. Ma troppi liquidi possono danneggiare l’organismo? Ve lo mostreremo nel nostro nuovo post sul blog.

L’acqua è importante

Quantitativamente, l’acqua è la componente più importante del corpo umano. Consente il trasporto di numerose sostanze ed è partner di reazione di numerosi processi metabolici. È anche coinvolto nella regolazione dell’equilibrio acido-base e della temperatura corporea . Bere troppo poco è quindi subito evidente: il risultato sono scarsa concentrazione, stanchezza e mal di testa.

Zu-viel-Trinken_Beitragsbild_AdobeStock_112338834

Compensare la perdita d’acqua

In media, un adulto è costituito da fino al 70% di acqua . Circa 2,5 litri vengono persi ogni giorno attraverso le escrezioni, la respirazione e la pelle. Questa perdita deve essere recuperata. In media, assumiamo circa 1,5 litri attraverso le bevande, quasi 1 litro attraverso il cibo e piccole quantità derivano dal metabolismo dei componenti alimentari. Ad esempio, bruciare 1 g di carboidrati produce 0,6 ml di acqua, 1 g di proteine ​​0,42 ml e 1 g di grassi 1,07 ml. Quindi quanto liquido è effettivamente necessario?

Può essere troppo I liquidi danneggiano il corpo?

Il miglior segno che stai bevendo un bicchiere d’acqua è quando hai sete. Tuttavia, se questa sensazione viene ignorata e viene consumata molta acqua (6-7 litri) in un breve periodo di tempo, può avere gravi conseguenze per la salute. A seconda della gravità, si verificano mal di testa, stanchezza, scarsa concentrazione, vertigini e nausea . Nei casi peggiori, può portare a convulsioni o persino coma . La ragione di ciò è che i reni non possono più elaborare grandi quantità di liquido. Di conseguenza, l’equilibrio elettrolitico è squilibrato e importanti minerali vengono espulsi dal corpo. Questo porta a iponatriemia . Ciò significa che la concentrazione di sale nel sangue scende estremamente. Di conseguenza, l’acqua viene incanalata nelle cellule e viene favorita la formazione di edema. Tali gonfiori sono pericolosi per la vita, soprattutto per il cervello. La soluzione immediata è quindi compensare la carenza di sale esistente.

L’iponatriemia è solitamente osservata solo in atleti estremi o di resistenza .

Controllo rigoroso della quantità di alcol esagerato

Va ​​detto molto chiaramente che non c’è pericolo di bere troppo né nella vita di tutti i giorni né durante l’esercizio. Perché il corpo può elaborare circa 10 litri di acqua al giorno senza problemi ed espellerla con l’urina. Finora, i decessi si sono verificati solo in grandi quantità d’acqua. Due calciatori statunitensi di 17 anni sono morti nel 2014 a causa di un grave gonfiore al cervello, poiché ognuno di loro ha bevuto circa 15 litri di acqua (!) Durante l’allenamento.

Quanto fluido dovrebbe essere?

Durante il giorno dovresti distribuire almeno 1,5 litri di liquidi in modo uniforme nell’arco della giornata bevanda. Con temperature calde e attività fisica in cui si suda di più, si dovrebbe consumare ancora di più. Devi anche compensare la perdita di acqua se hai febbre, vomito o diarrea.

Il liquido è meglio sotto forma di acqua o frutta non zuccherata o tisane . Le bevande zuccherate dovrebbero essere evitate in quanto sono ricche di calorie e, a causa del loro alto contenuto di zucchero, favoriscono la carie. Vuoi più gusto nella tua acqua? Quindi prendi il nostro al gusto di fragola.

PS: è anche importante che tu non beva fino ad allora quando si verifica la sete. Perché la sete è un segno che c’è già un deficit di liquidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *